INFORMA_TI
Scorri le ultime novità
01.01.2016
DETRAZIONE IVA
01.01.2016
DETRAZIONE IVA ACQUISTO UNITÀ IMMOBILIARI RESIDENZIALI In sede di approvazione è stata inserita un’interessante agevolazione consistente nella possibilità di detrarre dall’IRPEF lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, il 50% dell’IVA relativa all’acquisto di unità immobiliari residenziali, di classe energetica A / B, cedute dalle imprese costruttrici. La detrazione: spetta per gli acquisti effettuati entro il 31.12.2016; va ripartita in 10 quote annuali.
01.01.2016
BONUS ACQUISTO MOBILI
01.01.2016
BONUS “MOBILI ED ELETTRODOMESTICI” È confermata la proroga della detrazione IRPEF del 50% su una spesa massima di € 10.000, riconosciuta ai soggetti che sostengono spese per l’acquisto di mobili e/o grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio per il quale si fruisce della detrazione IRPEF (alle stesse condizioni previste per il 2015). La detrazione è riconosciuta per le spese sostenute fino al 31.12.2016
01.01.2016
UTENZE
01.01.2016
ENEL www.enel.it - numero verde 800.900.800 -- ETRA www.etraspa.it numero verde 800.566.766-- Per Comune di Bassano serve la comunicazione per la tassa sui rifiuti all'ufficio tributi sito in Via Matteotti. Per il comune di Cassola acqua e rifiuti si espletano presso gli uffici Etra. ENIGAS www.eni.it numero verde 800.900.700-- SOENERGY - Mercato tutelato (info presso l'agenzia) CON UN PICCOLO CONTRIBUTO L'AGENZIA SI INCARICA DI ATTIVARE TUTTE LE UTENZE PRINCIPALI, SUBENTRI E NUOVE ATTIVAZIONI.- Rimane però esonerata da eventuali disservizi dovuti all'ente erogante.
01.01.2016
ACQUISTO CASA Fiscalità
01.01.2016
Le imposte legate all'acquisto di un immobile, come prima casa: PRIMA CASA VENDUTA DA PRIVATO IMPOSTA DI REGISTRO 2% calcolata sulla rendita catastale rivalutata IMPOSTE IMPOTECARIA E CATASTALE Euro 50+ Euro 50 Acquisto da società costruttrice di un immobile a risparmio energetico possibilità di detrazione sull'Irpef del 50% dell'iva pagata. SECONDA CASA VENDUTA DA PRIVATO registro: dal 7 al 9% ipotecaria: a 50 euro catastale: a 50 euro SECONDA CASA VENDUTA DA IMPRESA iva: resta al 10% registro: da 168 a 200 euro ipotecaria: da 168 a 200 euro catastale: da 168 a 200 euro PRIMA CASA VENDUTA DA IMPRESA iva: resta al 4% registro: da 168 a 200 euro ipotecaria: da 168 a 200 euro Per le altre notizie seguiteci sulla pagina Facebook Immobiliare La Chiave
01.01.2016
COMPETENZE AGENZIA
01.01.2016
COMPRAVENDITE La provvigione è del 3% sul valore della compravendita. LOCAZIONI La provvigione è una mensilità del canone di locazione. SOLO REGISTRAZIONE: € 25,00. Per ALLACCIO UTENZE CONTRIBUTO € 30,00 Gli importi suddetti si intendono iva esclusa.
01.01.2016
AGEVOLAZIONI ACQUISTO 2016
01.01.2016
AGEVOLAZIONI PER L'ACQUISTO PRIMA CASA In sede di approvazione, in materia di agevolazioni “prima casa”, è stato introdotto il nuovo comma 4-bis alla Nota II-bis), DPR n. 131/86 in base al quale il soggetto già proprietario della “prima casa” può acquistare la “nuova prima casa” applicando le relative agevolazioni anche se risulta ancora proprietario del primo immobile a condizione che lo stesso sia venduto entro un anno dal nuovo acquisto. Se entro detto termine annuale la “vecchia prima casa” non viene venduta, vengono meno le condizioni che consentono l’applicazione delle agevolazioni.
01.03.2015
REGISTRAZIONE PRELIMINARI
01.03.2015
CONTRATTI PRELIMINARI DI VENDITA Imposta di registro in termine fisso di € 200,00; imposta di registro in misura dello 0,50% sulla caparra; imposta di registro in misura del 3% su eventuali acconti; marche da bollo da € 16,00 per ogni 100 righe e € 1,00 per gli allegati.
01.03.2015
CHIUSURA CONTRATTO
01.03.2015
Disdetta con lettera raccomandata al Locatore, nei termini previsti dal contratto. Versamento imposta di registro per la chiusura contratto pari a € 67,00, salvo in caso di "cedolare secca". Lettura contatori e disdetta utenze (acqua, rifiuti, luce, gas, telefono). Pagamento e conguaglio rate condominiali, ove previsto.
01.03.2015
REGISTRAZIONE CONTRATTI AFFITT
01.03.2015
Imposta di registro pari al 2% calcolata sul canone annuale. In caso di soggetto iva, l'imposta per la prima registrazione è di euro 67,00 mentre per le successive è pari all'1%. Marche da bollo: non devono essere successive alla data di stipula pena la sanzione. Euro 16,00 ogni 100 righe oppure una ogni 4 pagine. Sulla fidejussione o in caso di garanzia da parte di terzi, si calcola l'imposta di registro pari allo 0,50%.
01.03.2015
CEDOLARE SECCA 2015
01.03.2015
Con la pubblicazione in Gazzetta del D.l. 47/2014 (c.d. piano casa) l'aliquota della cedolare secca per i contratti a canone concordato è scesa dal 15 al 10%, per il periodo 2014-2017. Resta invece ferma al 21% l'aliquota della cedolare per i contratti liberi. Ecco le novità in materia di cedolare secca, introdotte dal decreto legge sulla casa (d.l. 47/2014): - riduzione al 10%, per il quadriennio 2014-2017, dell'aliquota della cedolare secca sugli affitti in relazione ai contratti a canone concordato; - possibilità di opzione anche ai contratti di locazione di unità abitative stipulati con cooperative o enti senza scopo di lucro, purché sublocate a studenti universitari con rinuncia all’aggiornamento ISTAT del canone di locazione o assegnazione. Entro il termine di registrazione del contratto, o entro 30 giorni dalla decorrenza dell'opzione, il locatore deve inviare con raccomandata la comunicazione all'inquilino, con cui lo informa della rinuncia all'aggiornamento del canone. Tale adempimento è a pena di decadenza dell'opzione della cedolare. Sono escluse dalla possibilità di opzione: le società di persone (incluse le società semplici), le società di capitali, gli enti commerciali, gli enti non commerciali. Possono essere assoggettati all'imposta sostitutiva gli immobili ad uso abitativo, categoria catastale da A/1 ad A/11 escluso A/10 (uffici o studi privati), e le relative pertinenze su cui sono applicati contratti di locazione con finalità abitativa.
23.01.2015
DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI
23.01.2015
DETRAZIONE INTERVENTI RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO Modificando l’art. 16, DL n. 63/2013 è ora stabilito che la detrazione IRPEF relativa ai lavori di recupero del patrimonio edilizio è riconosciuta nella misura del 50% per le spese sostenute nel periodo 26.6.2012 – 31.12.2015.
23.01.2015
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
23.01.2015
A seguito delle modifiche apportate all’art. 14, DL n. 63/2013 la detrazione IRPEF / IRES relativa ai lavori di riqualificazione energetica è riconosciuta nella misura del 65% per le spese sostenute nel periodo 6.6.2013 – 31.12.2015. La detrazione spetta nella misura del 65% anche per le spese, purché “documentate e rimaste a carico del contribuente”, sostenute per: · interventi su parti comuni condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio sostenute nel periodo 6.6.2013 – 31.12.2015; · acquisto e posa in opera di schermature solari ex Allegato M, D.Lgs. n. 311/2006 sostenute nel periodo 1.1 – 31.12.2015, nel limite di € 60.000; · acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, sostenute nel periodo 1.1 – 31.12.2015, nel limite di € 30.000. Si rammenta che la Finanziaria 2014 aveva fissato la detrazione nella misura del 65% per le spese sostenute dal 6.6.2013 al 31.12.2014 e del 50% per le spese sostenute dall’1.1 al 31.12.2015; con riferimento agli interventi sulle parti comuni la stessa era stabilita al 65% per le spese sostenute dal 6.6.2013 al 30.6.2015 e al 50% per le spese sostenute dall’1.7.2015 al 30.6.2016.
01.01.2015
F24 ELIDE quando?
01.01.2015
A partire dal 1° gennaio 2015, le imposte connesse alla registrazione del contratto di locazione e affitto (imposta di registro, tributi speciali e compensi, imposta di bollo e relativi sanzioni ed interessi) dovranno essere versate solo mediante il modello “F24 versamenti con elementi identificativi” (F24 ELIDE), in luogo del modello F23, utilizzando i codici tributo appositamente istituiti dalla Risoluzione n. 14/E del 24.01.2014. E', infatti, terminato il periodo transitorio previsto dal provvedimento delle Entrate del 3 gennaio 2014 in cui potevano essere utilizzati entrambi i modelli, periodo che andava dal 1° febbraio 2014 al 31 dicembre 2014, per cui dal 1° gennaio 2015 valgono solo le nuove regole. La novità trova applicazione, ad esempio, già in sede di versamento dell'imposta di registro sui contratti di locazione e affitto stipulati in data 1° gennaio 2015 o rinnovati tacitamente a decorrere dal 1° gennaio 2015 per i quali non si sia optato per il regime della cedolare secca, versamento da effettuarsi entro il 2 febbraio 2015.
01.01.2014
UTILITA'
01.01.2014
Clicca su "SERVIZI e INFO" e "UTILITA'" per vedere i link pi utili. http://www.fiscoetasse.com
27.12.2013
RISTRUTTURAZIONI
27.12.2013
L'IMPORTO E IL RIMBORSO Si può spendere fino a un massimo di 96 mila euro per immobile di cui verrà rimborsato il 50% il bonus viene rimborsato dallo stato in dieci anni, con una rata ogni 12mesi, con una finestra extra per i lavori condominiali I LAVORI AMMESSI Sono compresi nell’agevolazione i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, la messa insicurezza sismica (anche in seguito ai danni causati da un terremoto). il bonus è previsto anche per la rimozione di barriere architettoniche, di materiali cancerogeni come l’amianto e per l’installazione di sistemi di domotica. sono compresi anche gli impianti di sicurezza equelli idoneiper abbattere l’inquinamento acustico EFFICIENZA ENERGETICA Gli interventi di miglioramento dell’efficenza energetica danno luogo ad un rimborso maggiore, arrivando al 65% e comprendendo i lavori per condomini o singole abitazioni che prevedano il rifacimento della coibentazione, l’installazione di infissi termici. sono invece esclusi dagli incentivi la sostituzione di caldaie e la realizzazione di impianti geotermici.via libera per impianti di climatizzazione e l’installazione di pannelli per l’acqua calda alimentati a energia solare. nel caso di lavori condominali, il tempo a disposizione per accedere alle agevolazioni sarà maggiore, fino al 30 giugno 2014 ARREDAMENTO Per la prima volta sarà possibile una detrazione per l’acquisto di mobili. l’importo massimo consentito è di 10 mila euro (50% il rimborso detraibile sempre in 10 anni). condizione essenziale è che il rifacimento dell’arredamento sia successivo a un intervento di ristrutturazione. gli elettrodomestici in un primo tempo non compresi nei rimborsi rientreranno nelle detrazioni una volta che sarà convertito definitivamente il decreto ancora all’esame del parlamento. varrà per i grandi elettrodomestrici, ma eslusivamente da incasso, di classe non inferiore ad a+ (a per i forni)
01.07.2013
ATTESTATI PRESTAZIONE ENERG.
01.07.2013
Dal 6 GIUGNO 2013 chi deve vendere o affittare casa deve dotarsi dell'ape, attestato di prestazione energetica. la nuova normativa sostiuisce l'anteriore dell'ace, ma per chi aveva già un certificato, niente paura, resta in vigore fino alla sua scadenza. sebbene manchino ancora i decreti attuativi che specifichino tutti i dettagli, le sanzioni sono chiarissime e anche particolarmente salate OBBLIGATORIETA' Durante le trattative di compravendita o di locazione, venditori e locatori dovranno rendere disponibile al potenziale acquirente o al nuovo conduttore l’«attestato di prestazione energetica», che ha validità temporale massima di 10 anni, a partire dal suo rilascio nei contratti di vendita o nei nuovi contratti di locazione, dovrà essere inserita apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato. In caso di promessa di vendita, l’attestato dovrà essere consegnato all’acquirente (o l’acquirente dovrà essere edotto della sua esistenza e conoscerne i parametri) e così in caso di promessa di locazione al conduttore. Nel caso di annunci immobiliari, in tutti i mezzi di comunicazione commerciali, dovranno essere indicati l’indice di prestazione energetica dell’involucro edilizio e globale dell’edificio o dell’unità immobiliare e la classe energetica corrispondente SANZIONI in caso di vendita, (cioè di atto notarile) il proprietario che viola l’obbligo di dotazione dell’attestato di prestazione energetica è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 3.000 euro e non superiore a 18.000 euro In caso di nuovo contratto di locazione, il proprietario che viola l’obbligo di essere dotato dell’attestato di prestazione energetica e di indicarne i dati è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 300 euro e non superiore a 1.800 euro In caso di violazione dell’obbligo di riportare i parametri energetici nell’annuncio di offerta di vendita o locazione, «il responsabile dell’annuncio» è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro Per il costruttore o il proprietario di un nuovo edificio, o di un edifcio sottoposto a lavori di ristrutturazione, la multa va da 3.000 a 18.000 euro Il nuovo certificato di prestazione energetica dovrà contenere anche dei suggerimenti per il miglioramento delle condizioni energetiche dell’immobile. CHI HA GIA' L'ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA L’introduzione dell’A.P.E. sostituirà del tutto l’A.C.E., che continuerà invece ad avere validità se rilasciato fino al 5 giugno 2013
18.06.2013
DETRAZIONI COMPENSI D'AGENZIA
18.06.2013
E’ possibile detrarre dall’Irpef il 19% degli oneri sostenuti per i compensi corrisposti ai soggetti di intermediazione immobiliare per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. L’importo complessivo sul quale calcolare la detrazione non può essere superiore a 1.000 euro e la possibilità di portare in detrazione questa spesa si esaurisce in un unico anno d’imposta. Il beneficio massimo, pertanto, non può essere superiore a 190 euro. Se l’acquisto è effettuato da più proprietari, la detrazione, nel limite complessivo di 1.000 euro, dovrà essere ripartita tra i comproprietari in ragione della percentuale di proprietà.
06.06.2013
CLASSE ENERGETICA
06.06.2013
E' OBBLIGATORIA NON APPENA SI INTENDE PORRE IN VENDITA O IN AFFITTO UN IMMOBILE. Sono previste sanzioni elevate soprattutto per i proprietari degli immobili. Nei contratti di vendita o nei nuovi contratti di locazione sarà inserita la clausola con la quale l'acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione , inerente la classificazione energetica dell'edificio comprensiva dell'attestato.
15.01.2013
COSA SERVE PER AFFITTARE
15.01.2013
Documento di identità valido e codice fiscale.-- Dimostrazione del reddito (es. busta paga, Cud, pensione, ecc.) Caparra per impegno locativo (anticipo spese istruttoria pratica locazione). In caso di mancata accettazione viene restituita la somma infruttifera. Alla firma del contratto: deposito cauzionale di tre mensilità (assegno circolare o bonifico bancario) + somma relativa alla quota spese di registrazione e alle marche da bollo. Diritti d'agenzia: una mensilità + iva a norma di legge.